Festa federale 2020: Alberi della speranza per gli eroi di Corona

Al Rütli, il 1° agosto, la presidente Simonetta Sommaruga ha onorato una donna e un uomo di tutti i 26 cantoni e la “Quinta Svizzera” per il loro impegno durante l’isolamento di Corona. Le 54 persone hanno ricevuto un giovane melo in dono a nome di tutti coloro che si sono impegnati in modo particolare per gli altri e per la società.

Foto: Franca Pedrazzetti
La dottoressa Rita Monotti, primario di medicina interna a «La[nbsp]Carità» di[nbsp]Locarno, e Fabio Mordasini della distribuzione di alimenti BioTicino[nbsp]

Al Rütli, il 1° agosto, la presidente Simonetta Sommaruga ha onorato una donna e un uomo di tutti i 26 cantoni e la “Quinta Svizzera” per il loro impegno durante l’isolamento di Corona. Le 54 persone hanno ricevuto un giovane melo in dono a nome di tutti coloro che si sono impegnati in modo particolare per gli altri e per la società.

Durante il confino di Covid-19, le 54 persone onorate hanno lavorato nei trasporti pubblici, nei supermercati o nelle farmacie, nelle squadre di crisi cantonali, nei reparti di terapia intensiva degli ospedali, nei centri per anziani e negli asili, nella polizia o nei vigili del fuoco, nella consulenza psicologica o nel supporto informatico per gli uffici domestici, hanno sviluppato applicazioni digitali, smaltito i rifiuti o pulito gli uffici, impartito lezioni a distanza, consegnato tonnellate di pacchi postali o distribuito cibo a persone che vivono in povertà. Una persona per ogni regione linguistica ha riferito dei loro sforzi: Rita Monotti, il primario dell’ospedale Carità di Locarno, Judith Schnider, direttrice di una filiale di un negozio di alimentari a Laax, Grigioni, Olivier Schaffter, che ha fornito al personale dell’ospedale cibo gratuito dalla cucina del suo ristorante chiuso “La croix blanche” a Delémont, e da[nbsp]Ostermundigen a Berna, l’insegnante Christian Stähli, che ha parlato con la sua allieva Tara delle sfide della formazione a distanza.

A causa delle regole di Covid sulla distanza, quest’anno solo 200 persone hanno potuto festeggiare sul praticello del Grütli, invece di 2000. E poiché molti Svizzeri all’estero hanno dovuto fare a meno di una celebrazione federale, “Presenza Svizzera” ha deciso di trasmettere la celebrazione in diretta in tutto il mondo:[nbsp]https://youtu.be/hQuS-Slnnlw.
La celebrazione vera e propria inizia esattamente un’ora dopo l’inizio della trasmissione.

Maria Victoria Haas ha condotto la cerimonia di 90 minuti in tutte e quattro le lingue ufficiali svizzere. La cantante lirica friburghese Marie-Claude Chappuis e il coro “Les voix de la Gruyère” hanno eseguito note canzoni popolari svizzere. La suonatrice di corno di Alphorn Lisa Stoll e l’ensemble di ottoni “Rekrutenspiel 16-2/20” hanno creato un’atmosfera festosa e dignitosa, ma allegramente leggera. E la Presidente della Confederazione ha incoraggiato gli ospiti sul praticello del Grütli e di tutto il mondo a continuare ad agire in modo solidale.

La festa federale di quest’anno sarebbe stata organizzata dalla Società svizzera di utilità pubblica (Ssup) in collaborazione con l’Associazione federale di lotta svizzera.

Tuttavia, a causa di Corona, il Grütli non sarà oscillato il 1° agosto 2022 per la prima volta nella storia.

Il 1° agosto 2021 le associazioni femminili e i club femminili festeggeranno sul Grütli il 50° anniversario del diritto di voto delle donne in Svizzera.