Cartoline e francobolli del 1° agosto

Il 1° agosto 1910 apparve la prima cartolina della festa federale. Recava la scritta “Pro Patria” e costava 20 centesimi. Il ricavato della prima collezione ammontava a 29'000 franchi e fu destinato alle vittime delle alluvioni di allora. Nei primi decenni, il consiglio di fondazione Pro Patria concordava con il Consiglio federale a chi destinare denaro.

Nel 1938 apparve inoltre il primo francobollo ad un prezzo speciale. Il soggetto del bollo di 10 centesimi era la cappella di Tell; il supplemento di prezzo era di 10 centesimi. Nel 1952, il riferimento alla festa nazionale o al 1° agosto fu sostituito dalla definizione “Pro Patria”. Nel 1967, la vendita dei francobolli speciali raggiunse i 37 milioni di pezzi, un record storico. Nel 1938, la tassa speciale sulle cartoline era stata abolita e, fino al 1960, la cartolina artistica ha goduto di grande popolarità.

Le cartoline sono piccole opere d’arte e testimoni del tempo che fu. Sono create da artisti svizzeri con testi d’accompagnamento che fanno riflettere oppure sorridere. Sono messaggi che portano i saluti nel mondo e riportano in patria messaggi da tutti i continenti. Sono testimonianze affettuose fra conoscenti, amici e parenti in Svizzera e all’estero, espressione di appartenenza alla Svizzera ma anche di apertura sul mondo.

cartolinaLa cartolina postale della Festa nazionale 2016 e gratuita e può essere ordinata qui

 

 

 

libroAutore del libro ed editore della scatola con le cartoline:
Guida A Zäch
Scatola: ISBN 978-3-03818-012-8 / CHF 29.90, commissionare

 

libroLibro: 552 pagine con oltre 1650 illustrazioni a colori,
ISBN 978-3-03303-555-3, CHF 48.00
Ulteriori informazioni: www.guidozaech.ch